Vincent van Gogh

 

 

(1853

 

 

 

1890)

 

 

 

BIOGRAFIA DI VINCENT VAN GOGH

 

Periodi: Realismo, Post-impressionismo, Arte moderna

 

 

 

Vincent Willem van Gogh nasce il 30 marzo del 1853, stesso giorno dell'anno successivo alla nascita di un bambino morto, dello stesso nome, primo di sei figli di Theodorus van Gogh 1822- 1885) e di Anna Cornelia Carbentus (1819-1907), nella cittadina olandese di Groot -Zundert, nel nord del Brabante. Il padre è pastore della comunità riformata olandese, la madre è figlia del rilegatore di libri della corte dell'Aja. Si erano sposati nel 1851.

Il primo maggio del 1857 nasce il fratello Theodorus, detto Theo.

Dal 1861 al 1864 Vincent frequenta la scuola del di Zundert, poi un collegio privato a Zevenbergen dove impara francese, inglese e tedesco e inizia a esercitarsi nel disegno.

Dal 1866 al 1868 Vincent frequenta il collegio pubblico a Tilburg, poi toma nella casa dei genitori a Groot-Zundert.

Vincent van Gogh lasciò la scuola quando aveva solo 15 anni e si diresse in Inghilterra nel 1869. Qui iniziò la sua carriera non come pittore ma come commerciante d'arte con la ditta Goupil&Cie. Van Gogh trascorse sette anni con la ditta, ma divenne infelice e decise di provare la sua mano insegnando in una scuola cattolica per ragazzi. Negli anni seguenti, Vincent passò da un lavoro all'altro, vivendo in varie città in Europa. Alla fine nel 1880, Van Gogh decise di recarsi a Bruxelles per iniziare gli studi sull'arte. Durante i successivi dieci anni, Vincent van Gogh dipinse 872 dipinti.

Vincent van Gogh è stato uno dei pittori più rilevanti,  se non il più importante in assoluto di fine Ottocento. Col suo stile ha chiuso un’epoca e ne ha anticipato un’altra, ed è ancora oggi amatissimo da studiosi e da profani per via del suo tratto particolarissimo e della compenetrazione tra vita e arte, genio artistico folle e incompreso, con capolavori insuperabili quali Campo di grano con volo di corvi e Notte stellata diede inizio all'arte moderna.

Sebbene Vincent van Gogh sia oggi un artista di fama mondiale, durante la sua vita non ha ricevuto molti riconoscimenti. Van Gogh vendette un solo dipinto mentre era vivo, che era Red Vineyard ad Arles. Per la maggior parte della sua vita era molto povero, spesso spendendo i suoi soldi in rifornimenti artistici anziché in cibo.

Negli ultimi mesi della vita di van Gogh, stava vedendo il dottor Gachet sulla sua stabilità mentale. Il ritratto del Dr. Gachet di Van Gogh rimane il dipinto più costoso del mondo. Nel 1990, l'uomo d'affari giapponese RyoeiSaito, ha pagato 82,5 milioni di dollari per il dipinto.

La sera del 27 luglio 1890, una domenica, dopo essere uscito per dipingere i suoi quadri come al solito nelle campagne che circondavano il paese, rientrò sofferente nella locanda e si rifugiò subito nella sua camera. Ravoux, non vedendolo a pranzo, salì in camera sua, trovandolo disteso e sanguinante sul letto: a lui van Gogh confessò di essersi sparato un colpo di rivoltella allo stomaco in un campo vicino.

Al dottor Gachet - che, non potendo estrarre il proiettile, si limitò ad applicare una fasciatura mentre gli esprimeva, comunque, la speranza di salvarlo - rispose che aveva tentato con coscienza il suicidio e che, se fosse sopravvissuto, avrebbe dovuto «riprovarci»: «volevo uccidermi, ma ho fatto cilecca». Rifiutò di dare spiegazioni del suo gesto ai gendarmi e, con il fratello Théo che, avvertito, era accorso la mattina dopo, trascorse tutto il 28 luglio, fumando la pipa e chiacchierando seduto sul letto: gli confidò ancora che la sua «tristezza non avrà mai fine». Sembra che le sue ultime parole siano state «ora vorrei ritornare». Poco dopo ebbe un accesso di soffocamento, poi perse conoscenza e morì quella notte stessa, verso l'1:30 del 29 luglio. In tasca gli trovarono una lettera non spedita a Théo, dove aveva scritto, tra l'altro: «Vorrei scriverti molte cose ma ne sento l'inutilità, per il mio lavoro io rischio la vita e ho compromesso a metà la mia ragione».

Vincent Willem van Gogh viene sepolto il 30 di luglio 1890, Auvers-sur-Oise Town Cemetery, Auvers-sur-Oise

Un trafiletto de L'ÉchoPontoisien del 7 agosto 1890 che annuncia la morte di van Gogh.

 

  

Quadri Van Gogh, Falsi d'Autore e riproduzioni ad arte opere dell'artista Vincent Van Gogh

Van gogh dipinti

 

 

Bateaux de pêche sur la plage

 

 

Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...

Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...
  Terrazza del caffè la sera, Place du Forum, Arles Les Tournesols
 

Notte stellata - Starry Night

Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...
Les Tournesols   Autoportrait au chapeau de paille 2
Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui... Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...

Pont sur la Seine à Asnières

Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...

Usine d'Asnières

 Nature morte à la statuette    
 

Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...

Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...

 

Dames à Arles

Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...
 La chiesa di Auvers   Deux amoureux
Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...

Le jardin public à Arles 1

Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui... Per dimensioni ed ulteriori dettagli clicca qui...

Les roulottes campement de Bohémiens

  Les Moissonneurs  

 

< Pagina precedente               [ 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ]            Pagina successiva >

 

 

Se non trova L'opera che sta cercando, ci contatti   >Contatto